Maltempo in arrivo

Mentre il sole tramonta a Laveno nello scatto di Simona Sadocco, una perturbazione si avvicina alla nostra regione. Di solita è una brutta notizia ma in questo caso un sollievo. Dopo mesi siccitosi è in arrivo una zona di bassa pressione, che influenzerà il tempo fino a sabato spingendo aria umida verso la regione Prealpina ed interromperà il “digiuno secco”. Prime precipitazioni già nella mattinata di mercoledì, con graduale estensione dei fenomeni fino alla serata. Giovedì generalmente asciutto con precipitazioni dalla serata. I fenomeni saranno più estesi nella giornata di venerdì, quando il limite neve si abbasserà fino a 1600 metri circa. Sabato mattina limite neve ancora più basso con fenomeni fin verso i 1000 metri. Le temperture minime oscilleranno tra 8-10 gradi mentre le massime tra 10-14 gradi.

Torna la pioggia

Dopo un lungo periodo siccitoso, la situazione sembrerebbe cambiare ed innescare alcune piogge. L’alta pressione si ritirerà gradualmente da lunedì, lasciando spazio alla formazione di una perturbazione sul Mediterraneo. Correnti umide saranno convogliate verso la regione Prealpina, con precipitazioni di debole / moderata intensità prevista per mercoledì 30 marzo. Questo impulso perturbato non risolverà il problema di carenza idrica degli ultimi mesi, ma “bagnerà” i terreni secchi e polverosi ormai da tempo. Anche i giorni seguenti saranno caratterizzati da instabilità, con precipitazioni sparse. La neve cadrà oltre i 1600-1800 metri. Nella mappa di seguito la pressione al suolo prevista per le 3 del 30 marzo. In azzurro e blu il nucleo di bassa pressione. Nella seconda mappa la temperatura al suolo prevista per il 30 marzo.

Pressione al suolo copyright Lamma
Temperatura al suolo copyright Lamma