Temporale 26 giugno

Le nubi minacciose catturate da Delia Ciocoiu descrivono al meglio la situazione di instabilità. Aria caldo-umida "incentiva" durante le ore più calde la formazione di celle temporalesche. Nei prossimi giorni sarà possibile la formazione di temporali, che localmente potranno risultare intensi e caratterizzati da episodi grandigeni.

La cella di ieri sera ne è l'esempio. Formatasi sull'alto Piemonte, ha poi interessato il lago Maggiore con una direzione da ovest a est. Alcune aree sono state colpite marginalmente con accumuli modesti. Di seguito riportiamo 2 snapshot dell'evento, catturate dal radar di Meteo Svizzera e dall'impianto di monitoraggio fulmini di Meteo Lago Maggiore. La prima immagine raffigura l'intensità della pioggia registrata dal sistema radar. Come si evince dalla mappa, la Svizzera è stata attraversata da diverso sistemi temporaleschi. La seconda immagine è frutto del nostro sistema di monitoraggio fulmini. I puntini di diverso colore rappresentano le fulminazioni registrate in atmosfera. 

Search our site

Quick Link